Saint Germain – Giornata del perdono – Sesto Giro

Cari fratelli del pianeta Terra! IO SONO SAINT GERMAIN!

Il mio cuore è in festa, stiamo concludendo un altro giro del Viaggio del Perdono. Per noi, non sentiamo il tempo, abbiamo appena iniziato e finiremo in pochi istanti. Ma per voi so che è passato molto tempo, mentre per molti sembra che sia iniziato ieri. La fine non è lontana.

Che cosa è importante in questo viaggio? Non aspettatevi che le vostre menti abbiano fatto le capriole, che le vostre menti siano cambiate da un giorno all’altro. Ciò che è cambiato sono le vostre anime; la libertà delle vostre anime, il non nutrire le credenze, le paure, i traumi, i sentimenti non nobili, è finita, nulla nutre le vostre anime se non l’amore di Padre/Madre Dio. Naturalmente questo si riverbera nelle vostre menti, ma voi siete ancora nella Terza Dimensione. C’è un medium intorno a voi, ci sono usanze intorno a voi, ci sono molte cose contrarie intorno a voi, ma siate certi che tutte queste cose oggi vi influenzano, certo che lo fanno, ma non con la stessa intensità di prima. Perché vengono solo dall’esterno, non più dall’interno.

Così, a poco a poco, la vostra coscienza cambierà. Inizierete a percepire che non siete più così coinvolti in certe cose, che lo sguardo che avevate oggi è diverso. Tutto cambierà. È stato un lungo viaggio per voi. Più di due mesi di cammino. Quindi, come si può dire che non è cambiato nulla? Tutto è cambiato, le vostre menti sono cambiate. Ora sta a voi lasciare fuori, e non più dentro, quei sentimenti piccoli e meschini che vi hanno fatto soffrire. Non c’è più l’alimentazione della fonte, non c’è più l’alimentazione delle convinzioni limitanti sbagliate.

Spetta quindi a ciascuno di voi iniziare a rimuovere dalla mente questi concetti, questi pregiudizi, questi sentimenti che non portano nulla di buono né a voi stessi né agli altri. Oggi chiudiamo questo viaggio della Sesta Svolta. È un viaggio fino a qui di grande rottura, di rottura dei legami con il passato, ma non con i vostri ricordi, i vostri ricordi sono ancora lì. Ma perché ricordare ricordi tristi, ricordi di dolore, ricordi di sofferenza? La vostra anima le sta perdendo. Si è già perso molto e si sta facendo in modo di non ricordarlo più. Allora perché lo ricorderete?

Fate un ottimo esercizio d’ora in poi. Cercate i momenti belli, cercate i momenti di pura gioia. Molti sono così radicati nella sofferenza e nel dolore che mi risponderanno subito: “Non ho nulla di buono da ricordare”. E direi che è così. C’è una cosa molto importante che non dovete mai dimenticare: Che è la gratitudine per essere vivi, la gratitudine per aver attraversato questo momento sul pianeta; qualcosa che molte anime non hanno avuto il coraggio di attraversare e se ne sono andate. Siete coraggiosi, siete qui, come dite voi, a dare il massimo, ad affrontare tutto questo.

Quindi, se non avete nulla di buono da ricordare, a parte la vostra esistenza, siate grati per aver vissuto quello che avete vissuto, quello che state vivendo e quello che vivrete, perché pochissimi vivranno tutto questo. Nessun altro essere nell’universo ha vissuto quello che state vivendo o vivrete voi. Non è forse questo un motivo per essere grati dell’opportunità che il Padre/Madre Dio vi sta dando? E la vostra vita, non ne siete grati? La vostra vita è davvero solo sofferenza o avete semplicemente deciso di salire a bordo e tuffarvi in questo mare di fango e dolore, per paura di sperimentare la gioia, per paura di cercare di essere felici, per pensare di non meritare di essere felici?

Quindi vi dico: uscite da questo mare, cercate la vostra felicità. Non è più il momento di pensare all’altro, è il momento di pensare a se stessi. Naturalmente, assumendovi sempre le responsabilità che avete oggi per essere vivi e per essere ciò che siete. Ma il grande obiettivo ora è cercare la felicità, la luce, la gioia. Il tempo della sofferenza è finito. Vi state muovendo verso un tempo di solo Amore, Gioia, Felicità, Luce, Armonia, Unione; dove l’uno è felice della crescita dell’altro. Non invidioso, non arrabbiato.

Allora perché non perseverare nella ricerca di questo momento? Allora ripropongo la domanda: non avete nulla di buono nella vostra esistenza da ricordare? Anche se è nei momenti dell’infanzia, nei giochi con gli amici? Ognuno di noi ha almeno un momento di gioia e se questo momento di gioia viene tirato fuori, con molto Amore e con molta gioia, ha il potere di uccidere, di eliminare, di spegnere tutta questa sofferenza che vi ostinate a portare nel petto. Andiamo! Facciamo questo esercizio, finiamo questo viaggio con un grande sorriso sul viso.

Chiedo a ciascuno di voi, alla fine di questo viaggio, di questa meditazione, di pensare a un momento di grande gioia, di grande felicità, e di rivivere intensamente quel momento. Ridere, ridere. Sentitevi felici e il potere del mio Raggio Viola trasmetterà tutti i sentimenti che sono ancora nel vostro cuore, per aiutarvi ad andare avanti, con molta Luce e certezza: “Sono sulla via della gioia, sono sulla via della felicità piena e completa. A prescindere da ciò che affronterò, dagli ostacoli che supererò, ci arriverò, raggiungerò la quinta dimensione. E vivrò nel più puro Amore incondizionato, per me e per tutti i miei fratelli sul pianeta.

E così sia! E così è! E così sarà!

Posts recentes

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Minha Experiência

Carrello