Sananda – Imparate dalla vostra caduta

Cari figli e figlie del pianeta Terra! IO SONO SANANDA!

Sì, ancora una volta sarò grato di potervi trasmettere oggi le mie idee e i miei insegnamenti affinché possiate ascoltarli. L’intenzione non è che li seguiate senza pensare, senza analizzare, perché questo non viene dal cuore. Ogni insegnamento, ogni parola deve essere compresa e assorbita. Il cuore deve aprirsi, il cuore deve essere illuminato e allora, sì, quell’insegnamento, quelle parole saranno piantate lì e daranno frutti col passare del tempo.

È importante ripeterlo ancora una volta: non vogliamo esseri robotici, che ascoltano ciò che diciamo. Vogliamo esseri che assorbono, capiscano, comprendano e piantino le nostre parole nel loro cuore. Vivere nella terza dimensione è una sfida all’interno del mondo di dualità che affrontate su questo pianeta. Una volta ero in questo mondo e ho vissuto tutto questo; ho vissuto la dualità, ho vissuto l’odio, il pregiudizio, ho vissuto contro i potenti e sono stato ucciso per le mie idee perché erano contrarie a ciò che volevano.

Ma le mie parole, i miei insegnamenti e l’Amore per tutti su questo pianeta non sono morti, sono sopravvissuti e sono sopravvissuti in tutti questi anni, millenni potrei dire. E oggi posso avere di nuovo voce, posso venire a parlarvi come ho fatto tanto tempo fa. Mi ascoltano tutti? No, non tutti, perché le vostre convinzioni non vi hanno ancora permesso di capire che il mondo di oggi è aperto. La sintonizzazione con l’universo è stata liberata. Ogni essere umano oggi può e deve connetterti con l’Essere di Luce che desidera.

Ma questo non era possibile prima? Lo era, ma possiamo dire che ci sarebbe stato molto rumore nella comunicazione perché si era totalmente isolati dall’universo. Naturalmente, la nostra energia ha sempre superato ogni barriera, ma la barriera che esisteva su di voi era troppo forte perché poteste superarla. Oggi non ci sono più barriere, c’è un percorso libero e illuminato per ognuno di noi.

Molti hanno sperimentato visioni, voci o semplicemente parole che entrano nella loro mente e ancora si chiedono se stanno impazzendo, non hanno ancora capito cosa sta effettivamente accadendo. Poi, a poco a poco, tutti su questo pianeta sperimenteranno molte cose che non avrebbero mai immaginato. Molti si ritirano nelle loro religioni perché pensano di essere attaccati dai demoni, e i grandi leader di queste religioni faranno in modo di dirlo affinché i poveri esseri che non capiscono cosa sta succedendo si allontanino sempre di più fino a impazzire.

Coloro che sono in grado di dire: “No, voglio capire, voglio vivere questo, voglio capire cosa sta succedendo”, si ribelleranno. Taglieranno le loro catene e si permetteranno di vivere tutto questo, di vivere l’evoluzione della mente, di vivere l’ascensione. Oggi non possiamo semplicemente numerare quanti si sono effettivamente risvegliati e quanti si sono effettivamente assorbiti dalla non-Luce a causa di tanti dubbi e tanta paura. Perché questo numero oscilla ogni momento, anche coloro che sono svegli oscillano molto, perché il loro ambiente presenta loro sfide difficili, che al momento non sono ancora pronti a superare. Questo li porta a dubitare della propria capacità di superarle e questo diventa così forte, così bloccante che l’oscillazione è immensa.

È come se oggi aveste il potere di camminare sull’acqua. Quando siete elevati, quando i vostri cuori sono pieni di Luce, quando i vostri cuori sono pieni d’Amore, camminate sull’acqua e non ve ne rendete nemmeno conto, camminate normalmente come se stesse camminando sul terreno. Ma a un certo punto, quando appaiono degli ostacoli, guardate il terreno e vi rendete conto che non c’è terreno, allora sprofondate. Perché la convinzione, l’elevazione, non è più in grado di sostenere sull’acqua, perché arriva la paura, arriva il dubbio: “Sono in grado di farlo?”.

E poi ci si immerge, si torna in acqua. E poi si ripresenta un lungo percorso, finché più avanti ci si rende conto di essere di nuovo in grado di camminare sull’acqua. Ma ancora una volta senza percepire il percorso, perché l’elevazione è così grande che il sentiero su cui si cammina non è importante. Ciò che conta è quello che c’è davanti a voi, è la Luce che vi assorbe, è la Luce che vi attrae.

Molti non si limitano a immergersi, molti affondano e affondano in profondità. In questo momento non cominciate a pensare di annegare, questo è solo un modo per spiegarvi cosa succede alla vostra energia. Nessuno annega, queste acque non sono liquide, sono acque eteriche. Perciò coloro che affondano, affondano e affondano spesso raggiungono livelli di affondamento molto profondi, perché il dubbio, la rabbia, l’odio, la vendetta si impossessano di loro e li trascinano sempre più in basso.

E vale la pena ricordare che questo oceano di acque eteree non ha fondo, è infinito. Quindi affonderete, affonderete, a seconda della vostra vibrazione. Ma se un giorno vi rendete conto di essere sulla strada sbagliata, è come se automaticamente apparisse un bellissimo animale che vi dà un passaggio e voi risalite rapidamente in superficie. E quando vedete la luce, il vostro cuore si riempie di gioia, si riempie di speranza e voi semplicemente uscite dall’acqua e ci tornate sopra.

È così che siete oggi, camminando sull’acqua verso la Luce. E a volte vi immergete, affondate per sperimentare una sensazione sconosciuta o qualcosa che dovete ancora imparare. Per molti che sono svegli, questa immersione è terrificante, è come un segno di incapacità, un segno che state sbagliando tutto. Impariamo dunque qualcosa: Immaginate una lunga strada, molto bella, molto curata. Nel vostro mondo è quella strada dove l’auto viaggia senza alcun impatto, senza alcun calpestio. Ma a un certo punto su quella strada, per opera del destino, si apre una buca. Ma voi percorrete quella strada con calma, senza rendervi conto che più avanti potrebbe esserci una buca. Perché siete così abituati a quella bella strada, che questo non sarebbe mai successo. E all’improvviso vi ci ritrovate dentro.

“Cosa vuol dire che una strada così bella ha una buca nel mezzo?”. E allora dovrete fermarvi per vedere come uscire da quella buca. Lo ripeto ancora una volta: qui non c’è nessun incidente, è tutto figurato, nessuno si fa male. E questo è il vostro viaggio, vi state muovendo verso la luce, ma ci saranno momenti in cui affonderete, sì, perché dovete ancora ripulire molte cose che ci sono. Quindi non è che quel momento vi dica: “Guarda, non sei sul cammino della Luce, no, ti stai sbagliando. Guarda dove sei, sei in fondo all’oceano”. Non è questo che succede. Questa immersione serve per imparare e purificare. E se l’apprendimento e la pulizia sono efficaci, più avanti camminerai di nuovo sull’acqua, tornando alla tua vibrazione, alla tua elevazione verso la Luce.

Quindi non giudicatevi tanto, non crocifiggetevi quando cadete in una buca, quando affonda nell’oceano. Sappiate che questi affondamenti sono necessari per ripulire efficacemente da tutto ciò che è necessario. La strada verso la Quinta Dimensione non è tutta luce e gioia. C’è ancora molto da sperimentare e da imparare. Ed è nell’oceano di queste acque eteriche che imparerete, in modo da poter risalire in superficie e continuare a camminare sulle acque.

Non siate troppo duri con voi stessi, non crocifiggetevi, non è questa la strada da seguire. La strada è: siete affondati? “Beh, devo uscire da qui. Cosa devo fare, cosa devo imparare?”. Lo saprete e man mano che imparerete e farete ciò che serve, risorgerete. Quindi oggi voglio dire a molti di voi che pensano, che dubitano di essere ancora sul cammino: non guardatevi con tanto giudizio, le cadute sono normali, fanno parte del viaggio. L’unico punto di attenzione in tutte queste cadute è se accadono ripetutamente e spesso, allora direi che sì, state seguendo un percorso sbagliato. Non riuscite a stare sull’acqua e dovrete fare attenzione che il percorso invece di essere verso l’alto, di camminare sull’acqua, sia verso il fondo dell’oceano e diventerà sempre più difficile per voi risalire per trovare la luce.

Quindi fate questo piccolo esercizio: vedetevi camminare sull’acqua. Non come superuomini, non come supereroi pieni di poteri. Queste acque sono il limite tra la Terza e la Quinta Dimensione. Vedetevi camminare su di esse e quando cadrete, vedrete la caduta. Ma non disperate, affrontate il problema, imparate da esso e vedrete come vi rialzerete rapidamente per camminare sull’acqua.

Pensate sempre in questo modo: guardate un sole splendente davanti a voi, una luce brillante, accecante ma piacevole e soprattutto potete guardarla e vedervi camminare sull’acqua. E quando vedete che siete caduti, c’è un punto di attenzione. Mentre cadete chiedetevi: “Perché sono caduto, cosa devo imparare e cosa devo fare per risalire in superficie?”. Ascoltate le risposte e tornerete rapidamente a camminare sull’acqua.

Tradotto :Maristela Marafon

Revisione: Sofia Cantore

Posts recentes

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Minha Experiência

Carrello

Termo de Uso de Imagem de Foto Enviada para o Site anjoseluz.net

Este documento estabelece os termos e condições para o uso de imagens fotográficas enviadas para o site www.anjoseluz.net, operado pela empresa Anjos e Luz Terapias Holísticas. Ao enviar sua fotografia para o site www.anjoseluz.net, você concorda integralmente com os seguintes termos:

  1. Direitos Autorais e Propriedade Intelectual: 1.1. Você mantém todos os direitos autorais e de propriedade intelectual sobre as imagens fotográficas enviadas. 1.2. Ao enviar a imagem para o site www.anjoseluz.net, você concede à Anjos e Luz Terapias Holísticas uma licença não exclusiva, irrevogável, gratuita e mundial para utilizar, reproduzir, exibir e distribuir a imagem em conexão com o site www.anjoseluz.net e suas atividades relacionadas.

  2. Uso da Imagem: 2.1. A Anjos e Luz Terapias Holísticas poderá utilizar a imagem enviada para: a) Exibir em seu site, redes sociais e materiais promocionais.

  3. Garantias e Responsabilidades: 3.1. Você garante que possui todos os direitos necessários sobre a imagem enviada e que sua utilização pela Anjos e Luz Terapias Holísticas, conforme descrito neste documento, não viola quaisquer direitos de terceiros. 3.2. Você concorda em isentar a Anjos e Luz Terapias Holísticas de qualquer responsabilidade decorrente de qualquer reclamação de terceiros relacionada ao uso da imagem conforme permitido por estes termos.

  4. Consentimento de Uso de Imagem: 4.1. Ao enviar sua imagem para o site www.anjoseluz.net, você consente que sua imagem seja utilizada de acordo com os termos estabelecidos neste documento. 4.2. Você consente que sua imagem possa ser exibida publicamente e compartilhada em conexão com as atividades da Anjos e Luz Terapias Holísticas.

  5. Modificações nos Termos: 5.1. A Anjos e Luz Terapias Holísticas reserva-se o direito de modificar estes termos a qualquer momento, mediante aviso prévio razoável. O uso contínuo do site www.anjoseluz.net após tais modificações constitui aceitação dos termos revisados.

  6. Legislação Aplicável: 6.1. Estes termos serão regidos e interpretados de acordo com as leis do Brasil. Quaisquer disputas decorrentes destes termos serão submetidas à jurisdição exclusiva dos tribunais competentes no Brasil.

Ao enviar sua imagem para o site www.anjoseluz.net, você reconhece ter lido, compreendido e concordado com estes termos de uso de imagem. Se você não concorda com estes termos, por favor, não envie sua imagem para a Anjos e Luz Terapias Holísticas.