Sananda – Quali aggregatori sul pianeta stai alimentando?

Cari figli e figlie del pianeta Terra! IO SONO SANANDA!

Ancora una volta è con molta gratitudine a Dio Madre/Padre per il permesso di essere qui con voi in questo momento. Cosa vedi intorno a te? Così tanto. Spesso si può scegliere ciò che si vede, come si può anche scegliere come lo si vede. È tutto controllato dal vostro cervello. Come molti di voi dicono, guardate il bicchiere mezzo pieno. Alcuni guarderanno quel bicchiere e diranno: “Il bicchiere è quasi vuoto”; altri diranno: “Qualcosa ha consumato quell’acqua per metà”. Quindi sono due modi diversi di guardare la stessa cosa. Si capiva solo che il bicchiere era vuoto, quasi vuoto, qualunque cosa lo svuotasse. L’altro, invece, ha preferito pensare a ciò che ha fatto sì che il bicchiere diventasse vuoto. Ed è così che sono le vostre menti.

Ognuno di voi vede la stessa situazione in modi diversi. Non siete macchine che seguono la stessa programmazione. Ognuno di voi sta seguendo il cammino della sua anima.

Molte volte seguite ciò che la vostra anima ha pianificato, altre volte seguite scorciatoie create dalle vostre menti umane. E ogni punto di questo viaggio è visto in modo diverso. Sulla stessa strada, si osservano molti alberi lungo il percorso. Alcuni pensano: “Il pianeta è in equilibrio. La sua superficie è curata in quel punto perché ci sono molti alberi che equilibrano il suolo, l’aria, l’acqua. Altri vedrebbero: “Quanti soldi possono fare tagliando quegli alberi?

Notate che l’immagine è la stessa: alberi su una strada e due pensieri diversi. E ancora avrete un terzo che vedrà solo un riparo per il calore intenso e non altre forme pensiero appariranno da una sola immagine. Così ogni mente, ogni cuore, ogni cammino, sono unici, non si ripetono tra di voi. Allora, come far accadere qualcosa che tutti voi volete? È necessario che tutti voi abbiate lo stesso pensiero.

È la stessa cosa se ognuno di voi avesse un bicchiere pieno d’acqua; e ognuno di voi guarda quel bicchiere pieno d’acqua e pensa a qualcosa da fare con quell’acqua. Alcuni pensano di berla, altri pensano di spruzzarsela sul viso per rinfrescarsi, altri pensano semplicemente di gettarla per terra perché ritorni a Gaia, e altri pensano di gettare quell’acqua in una grande scatola perché altri possano ripetere lo stesso gesto e darla da bere agli animali, a chi ha bisogno di acqua.

Dovè stato meglio usare quell’acqua? In quel serbatoio dove ognuno ha messo la sua parte d’acqua. Ma ci sarà sempre chi penserà: “Ma è così poca acqua, è solo un bicchiere, non farà alcuna differenza in quel grande serbatoio”. E poi vi chiedo: se tutti la pensassero così, quel serbatoio si riempirebbe mai? No, non lo farebbe.

Ma c’era uno a cui non importava cosa pensassero gli altri, andò a versare il suo bicchiere. E per caso un altro vide quel gesto e lo ripeté, e il gesto fu ripetuto e la cisterna fu riempita.

Quindi, capite questo: si inizia sempre qualcosa, ci sarà sempre un umano che inizierà un processo. Il processo non cade dal cielo, non è dato da noi in mano a nessuno. Voi iniziate qualcosa, ma se ognuno di voi che lo inizia pensa: “A che serve, sono solo uno”; effettivamente non succederà nulla. Ma se pensate: “Sto facendo la mia parte e sono sicuro che da qualche altra parte qualcun altro farà esattamente lo stesso”. Quel gesto che hai fatto per iniziare qualcosa si riflette in tutto il pianeta e troverà sempre un cuore ricettivo, dove troverai la connessione, e quell’altro ripeterà il tuo gesto senza nemmeno capire bene perché, ma avrà voglia di farlo anche lui. E questa connessione crescerà.

Le più grandi idee che siano mai accadute sul vostro pianeta sono nate da un singolo umano che ha inventato, che ha pensato, che ha fatto ricerche, che ha lavorato; non importa. Ci vuole molto tempo per dimostrare che ciò che pensava, inventava, funzionava? Sì, c’è voluto, ma a un certo punto si è arreso, perché credeva in quello che stava facendo. E le grandi evoluzioni della sua razza sono state fatte in questo modo, qualcuno inventando qualcosa. Allora perché è così difficile pensare che non si è capaci di fare nulla, perché? Perché non hai inventato qualcosa di grande che ti ha reso famoso? Allora vi risponderò che state lasciando che l’ego invada la vostra mente.

Quando fai qualcosa per te stesso o per qualcuno o per il pianeta, ma senza pensare di essere famoso, ma funziona davvero, l’universo stesso riverbera l’idea. E come ho spiegato prima, fa sì che i cuori che sono sulla stessa melodia si colleghino all’idea e comincino a ripeterla. Questo si chiama espansione della coscienza di massa. Questo è spiegato molto bene dai vostri stessi esperimenti fatti sul vostro pianeta, quindi non pensate mai: “Non inizierò nulla perché non porterà a nulla. Ebbene, se avete mai pensato così, avete appena decretato di non aver creato nulla, perché avete già dichiarato che non si arriverà a nulla. Ora, se lo fai e credi che sia un bene per te e che possa in qualche modo essere un bene per tutti, fidati e si riverbererà.

Così in questo momento è più che urgente che tutte le menti su questo pianeta si concentrino sulla propria evoluzione, si concentrino sul viaggio dell’umanità verso l’uguaglianza, il viaggio dell’umanità verso l’equilibrio e l’Amore presente in ogni momento e in ogni luogo. Smettete di concentrarvi sui problemi, smettete di concentrarvi su ciò che degrada il pianeta. Ogni pensiero, ogni parola detta su un argomento si trasforma nell’energia che alimenterà l’egregore della stessa connessione.

Quindi non pensate, non concentratevi, dimenticate ciò che chiamate problemi; concentratevi su ciò che è importante, concentratevi sull’Amore, concentratevi sull’Amore per gli altri, concentratevi sulla vostra vita. Dimentica la vita degli altri. Siete stati manipolati a tal punto che non potete più vivere senza osservare, commentare, invidiare e parlare male della vita degli altri e dimenticare la vostra. Così, più si alimenta il pettegolezzo, lo spreco di energia speso a parlare dell’altro, si alimenta la stessa energia contro se stessi. Siate certi che qualcuno parlerà male di voi, siate certi che la stessa energia viene lanciata contro di voi.

E cosa ne fate con questo? Lo si riceve, tutto qui. “Oh, non capisco. Oh sì, è così. In che modo? In vari modi. Lo ricevi sotto forma di piccoli problemi, piccole seccature che non sai nemmeno da dove vengono, piccole lamentele, piccole discussioni; ma ti ritorna indietro. Ora, se non emanate nulla contro nessuno, questo è già un buon segno, perché non ci sarà nulla che si ritorcerà contro di voi. Capisce quello che stai creando?

Quindi, se siete concentrati sul vostro cammino, sui vostri ostacoli, sull’eliminazione delle vostre ombre, non avete tempo per inviare energia a qualcun altro; in questo caso energia negativa, perché siete preoccupati, e direi correttamente, di correggere i vostri errori, di correggere il vostro camino. Il cammino dell’altra persona è dell’altro no tuo. Siete arrivati al punto di chiudere le persone in una casa in modo che possano praticamente combattere tra loro e tutti possano guardare. Fin dove può arrivare la curiosità umana e la mente umana. Cosa si impara lì? Quanto è difficile vivere in società? E tutto in nome di un grande gioco. Quindi non c’è niente di vero.

L’umanità ha davvero raggiunto il limite della propria distruzione mentale, e peggio ancora, la grande maggioranza delle persone sta guardando questo; la grande maggioranza delle persone si schiera, giudica, condanna, critica, tutto ciò che vi chiediamo di non fare. Capite come va il vostro pianeta? Capite gli egreghi che vengono generati in continuazione? Quindi, se ognuno di voi sente che è inutile fare qualcosa perché il Tutto è già perso, allora vi dico che il Tutto sarà davvero perso. Ora, se ti concentri su te stesso e fai la tua parte per te stesso e per il pianeta, si riverbera, si diffonde e si espande anche. E poco a poco riempirete quel serbatoio. Non importa quanto tempo ci voglia, l’importante è che ogni persona che passa con un bicchiere pieno d’acqua ci getti dell’acqua. Ormai è praticamente automatico, si passa con un bicchiere pieno e lo si butta dentro.

È la stessa cosa di voi che emanate Luce e Amore in ogni momento e aumentate la grandezza di questo grande egregore di energia positiva che circonda il pianeta. Cosa scegliete: Riempire questo grande egregori, in modo che diventi sempre più immenso e positivo e cominci a soffocare gli egreghi negativi, o volete alimentare sempre più gli egreghi negativi del pianeta? La scelta è vostra. Vi svegliate ogni giorno con il vostro bicchiere pieno di Luce, che io tradurrò come un bicchiere pieno d’acqua. Cosa ne fate? Lo getti nella vasca corrispondente alle egregie della Luce o butti via l’acqua pensando che non vale la pena fare niente? Da che parte si colloca?

Quindi, chiedo a ciascuno di voi di pensare: da che parte state? E di sicuro, chi risponde, chi versa l’acqua nella vasca, attirerà sempre più persone che faranno lo stesso gesto e quelle egregore cresceranno. Non ci scoraggiamo, continuiamo il nostro viaggio anche in relazione a questo pianeta. Niente si ferma. E possiamo dirvi che molto presto molte succederà. Posso anche dire che molto sta già accadendo. Ma le notizie positive e quelle dell’evoluzione non vengono divulgate. Per quale motivo? In modo che tutti perdano l’attenzione sulle grandi notizie negative? È ovvio che tutto ciò che è della Luce non si espande, non si diffonde.

Ecco perché ci stiamo espandendo in tutto il pianeta, ecco perché questa missione in questo canale per diffondere i messaggi, i nostri messaggi a molti che non avevano accesso ad essi a causa della differenza di lingua. Così ora avranno; non avranno più una scusa per non ascoltare quello che diciamo. Quindi fai la tua parte, fai la tua scelta. Quale egregore volete alimentare: l’egregore della Luce, dell’Amore o volete rimanere in quell’egregore della Terza Dimensione che contiene ogni tipo di violenza, sentimenti negativi, tutto ciò che distrugge il vostro mondo e le vostre menti. Qual è la vostra scelta?

Posts recentes

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Minha Experiência

Carrello